Motomondiale: firmata un'intesa per portare la MotoGp in Arabia Saudita

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Misano, 5 set. – (Adnkronos) – Dorna Sports e Saudi Motorsport Company (Smc) hanno sottoscritto un memorandum d'intesa che indica la comune intenzione comune di portare nel territorio il campionato motociclistico più importante del mondo. La firma è stata apposta ieri durante il Gran Premio di San Marino dal principe Khalid Bin Sultan Al Abdullah Al-Faisal, presidente della Saudi Automobile and Motorcycle Federation e della Saudi Motorsport Company, e da Carmelo Ezpeleta, Ceo di Dorna. Il campionato del Mondo MotoGp è seguito da oltre 800 milioni di persone e trasmesso in diretta in più di 200 Paesi nel mondo. L'aggiunta dell'Arabia Saudita al calendario MotoGp su base annuale vedrebbe lo sport espandersi ulteriormente in Medio Oriente. Il Qatar ospita attualmente l'unico appuntamento nell’area.

La partnership tra Smc e Dorna vedrà anche la creazione di un nuovo programma di sviluppo per i giovani piloti sauditi, per aumentare la consapevolezza e l'accessibilità a questo sport. Il programma Road to MotoGp offrirà così ai giovani talenti dell’Arabia Saudita l'opportunità di competere ai massimi livelli, con il chiaro obiettivo di sviluppare le carriere dei campioni sauditi della MotoGp del futuro. Ciò in linea con l'impegno costante di Dorna per lo sviluppo dei giovani piloti in tutto il mondo, attraverso le piattaforme e i campionati, per lanciare le carriere di nuovi piloti e sviluppare percorsi di avvicinamento alla MotoGp.

La MotoGp rafforzerebbe ulteriormente il crescente portafoglio di eventi di Smc, che sta cercando di espandere la sua offerta a due ruote". La MotoGp in Arabia Saudita si svolgerà su un circuito di nuova costruzione, omologato Fim e Fia. I piani per portare la MotoGp in Arabia Saudita seguono il successo dell'accoglienza di altre importanti serie motoristiche globali negli ultimi anni, tra cui il Gran Premio dell'Arabia Saudita di Formula 1 (dal 2021), il Formula E Diriyah ePrix (dal 2018), il celebre Rally Dakar (dal 2020) e la rivoluzionaria serie Extreme E (dal 2021).

"Siamo entusiasti di porre oggi la firma di un memorandum d'intesa con Dorna per affermare chiaramente l’obiettivo comune di portare la MotoGp in Arabia Saudita”, ha affermato il Principe Khalid Bin Sultan Al Abdullah Al-Faisal. “Aggiungere la più grande serie di corse motociclistiche del mondo alla nostra crescente lista di eventi sportivi di livello mondiale ci appare perfettamente sensato. Non vediamo l'ora di lavorare con Dorna per mantenere il nostro impegno comune e portare in Arabia Saudita l'apice delle corse su due ruote, continuando a fornire ulteriori opportunità e iniziative per arricchire la vita di tutti i nostri residenti".

"In qualità di campionato leader a livello mondiale per le corse su circuito a due ruote, siamo entusiasti di questa opportunità per la MotoGp. Potremo espandere la sua portata in Medio Oriente aggiungendo un Gran Premio annuale in Arabia Saudita”, le parole di Carmelo Ezpeleta, Ceo di Dorna Sports. “La regione è un mercato chiave per gli sport motoristici e la domanda per eventi di questo tipo è in crescita, con una ricerca che mostra che l'80% dei fan sauditi vuole vedere di più nel proprio Paese. Negli ultimi anni l'Arabia Saudita ha dimostrato di essere in grado di organizzare grandi eventi motoristici globali secondo gli standard più elevati. La firma del memorandum d'intesa formalizza la comune intenzione di esplorare ulteriormente questa opportunità. Siamo certi che troveremo una nuova, eccitante e accogliente casa. Non vediamo l'ora di collaborare ulteriormente con la Saudi Motorsport Company per realizzare insieme questo progetto comune".