Motomondiale: principe saudita, 'sarebbe fantastico avere Rossi nel nostro team'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 giu. – (Adnkronos) – Inizia una nuova era per la VR46. A partire dal Mondiale 2022 sarà team satellite Ducati in MotoGP, grazie alla firma di un accordo triennale con la casa di Borgo Panigale. Un grande risultato per il lavoro svolto in questi anni da tutta l’Academy, da Valentino Rossi ad Alessio Salucci, con lo scopo di portare in alto le eccellenze italiane del motociclismo e i giovani talenti del vivaio nazionale. E proprio di Valentino Rossi ha parlato sua altezza reale Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, a capo della holding Tanal Entertainment Sport & Media, sponsor del team.

Il principe saudita ha svelato il suo sogno: "Sarebbe fantastico vedere Rossi competere nei prossimi anni come pilota del nostro Aramco Racing Team VR46 insieme a suo fratello Luca Marini". Nei giorni scorsi il 'dottore' aveva parlato proprio di questa possibilità: "Ci siamo confrontati con Ducati, vorremmo scegliere noi i piloti, loro in questo periodo hanno dimostrato di credere molto nei piloti giovani della nostra Academy: penso sia molto difficile che possa essere io a correre con il team VR46 nel 2022".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli