Motosega gli recide l’arteria a Melendugno, 67enne muore dissanguato

motosega-melendugno

Tragico incidente nei campi di Melendugno, in provincia di Lecce, dove nel pomeriggio del 18 ottobre un 67enne è morto dissanguato dopo che per errore si era reciso l’arteria del polso con una motosega. L’uomo . originario del limitrofo comune di Calimera – stava potando gli ulivi all’interno della sua tenuta, quando è rimasto ferito al polso morendo in poco tempo senza poter chiedere aiuto.

Melendugno, si recide l’arteria con la motosega

Il 67enne, il cui nome era Paolo Pascali, ha perso la vita mentre si trovava sul proprio appezzamento di terreno in località Le Rute. Pascali era intento ad eseguire alcuni lavori di potatura ai suoi ulivi quando la motosega che stava adoperando gli è sfuggita, cadendogli addosso.

Nell’incidente, l’attrezzo ha tranciato di netto la mano all’uomo recidendogli l’arteria radiale del polso destro e provocandogli una copiosa perdita di sangue. Pascali era purtroppo da solo nella sua tenuta e non ha avuto il tempo materiale di chiamare i soccorsi o di chiedere aiuto.

La scoperta dei familiari

A chiamare per primi i soccorsi sono stati i familiari dell’uomo, che non vedendolo rincasare hanno iniziato a preoccuparsi e sono partiti per andarlo a cercare. La tragica scoperta è avvenuta solo una volta giunti sul luogo dove pensavano di trovarlo, dove la moglie di Pascali ha rinvenuto l’uomo ormai senza vita in una pozza di sangue.

Immediatamente allertato il personale del 118, quest’ultimo non ha però potuto fare molto se non constatare il decesso dell’uomo. Presenti sul posto anche gli uomini dei Carabinieri, intervenuti al fine di ricostruire la dinamica del tragico quanto sfortunato incidente.