Mottarone, la telefonata al 118: "Sicuramente le persone sono gravissime"

·1 minuto per la lettura
Funivia prima telefonata 118
Funivia prima telefonata 118

Nella prima telefonata che un Carabiniere fa ad un’operatrice del 118 per comunicare l’incidente avvenuto sulla funivia di Stresa-Mottarone evidenzia la confusione regnata pochi minuti dopo i fatti.

Funivia, la prima telefonata al 118

E’ caduta una cabina della funivia a Stresa, si è schiantata in cima al Mottarone, che casino…che casino“. Sono queste le prime parole, rese note da La Stampa, con cui un militare ha comunicato la notizia che la cabina numero 3 della funivia fosse precipotata. Nella telefonata vengono inviati i primi mezzi di soccorso e appare evidente la difficoltà di capire se intervenire a monte o a valle dell’impianto.

Al momento so che è caduta la cabina di una funivia ma non so dove“, ha infatti riferito un Carabiniere ad un collega mentre, sempre in linea con il numero di emergenza, attendeva altri dettagli. L’uomo spiega che la cabina è caduta in mezzo al bosco ma non si sa se sia raggiungibile da un mezzo via terra. Poi le ipotesi sul numero di persone all’interno, almeno sei: “Non sappiamo le condizioni ma sicuramente sono gravissime“. Una volta giunti i soccorsi sul posto, il bilancio si ès coperto più grave del previso: a bordo c’erano 15 persone, tutte decedute ad eccezione del piccolo Eithan ancora ricoverato all’ospedale Regina Margherita di Torino.