Mottura (Atac): ''Rinnovata metà flotta, serve altra spallata per eliminare bus vecchi''

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 ott. (Adnkronos) – ''L'episodio di martedì avvenuto nel deposito bus di Tor Sapienza è stato drammatico anche se fortunatamente non ci sono stati danni a persone. Dal punto di vista economico l'impatto è stato piuttosto modesto perché parliamo di circa 30 autobus, tutti a metano, che avevano 13-14 anni. Certo sono 30 bus in meno che circolano''. Così in un'intervista all'Adnkronos l'amministratore unico di Atac, Giovanni Mottura, sottolineando che ''saranno le indagini a chiarire se si sia trattato di un incendio doloso''.

Al momento, spiega Mottura, ''non si esclude nessuna ipotesi ma se a provocare il rogo è stata una scintilla elettrica che ha fatto partire un innesco questo non può che essere correlato purtroppo alla vetustà del parco mezzi. Un problema che ha radici antiche''. E aggiunge: ''Se teniamo vetture che hanno più di dieci anni il rischio è che possano succedere cose come quella accaduta martedì''.

''Il nostro personale che era in servizio è intervenuto per spostare alcuni autobus, un'operazione molto rischiosa – continua – Ho già detto che incontrerò questi autisti per ringraziarli, molto spesso ci sono persone che in Atac fanno cose che vanno oltre il loro lavoro. Lo dico perché spesso sono bistrattati''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli