Mozambico, islamisti decapitano oltre 50 persone

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Sospetti militanti islamisti hanno decapitato più di 50 persone nella provincia settentrionale di capo Delgado in Mozambico, durante una serie di attacchi ai villaggi dei distretti di Miudumbe e Macomia negli ultimi tre giorni. I militanti armati hanno ucciso civili, rapito donne e bambini e bruciato le case dei villaggi. "Poi hanno inseguito la gente che si era nascosta nella foresta e hanno compiuto le loro macabre azioni", ha detto il comandante della polizia del paese africano, Bernardino Rafael. Testimoni hanno raccontato ai media locali che gli islamisti hanno riunito le persone catturate nel campo di calcio del villaggio di Muatide, dove sono avvenute le esecuzioni.

La provincia, ricca di riserve di gas naturale, è dal 2017 vittima di attacchi di milizie islamiste che hanno costretto migliaia di persone ad abbandonare le loro case. L'anno scorso le milizie hanno giurato fedeltà allo stato Islamico.