Mozambico, Oxfam: 6 mesi dopo ciclone Idai milioni allo stremo -2-

Red/Bea

Roma, 13 set. (askanews) - Dallo scorso aprile le persone che hanno urgente bisogno di aiuti alimentari per poter sopravvivere in Mozambico (il paese più colpito dai due cicloni Idai e Kenneth che si sono susseguiti ad aprile) è aumentato di oltre un quarto, passando da 1,6 milioni a 2 milioni. Un peggioramento dovuto in buona parte ancora una volta all'impatto del cambiamento climatico, che si è tradotto in una gravissima siccità nel sud del Paese, mentre violentissimi scontri armati stanno dilaniando il nord del Mozambico.

Una situazione drammatica, che colpisce soprattutto i piccoli agricoltori lungo la sponda meridionale del fiume Buzi, rimasti senza nulla da mangiare, dopo che le alluvioni hanno devastato i campi e distrutto le scorte di sementi.

Altrettanto critiche le condizioni di tantissimi sfollati che in questo momento non stanno ricevendo gli aiuti di cui hanno un disperato bisogno. Mentre il prossimo raccolto nella migliore delle ipotesi arriverà tra un anno. (Segue)