Mps: appello ribalta sentenza, Mussari e Vigni assolti (3)

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Dal dispositivo letto dalla corte (presidente Angela Scalise) emerge come la prescrizione sia intervenuta per i fatti fino all'agosto 2011, mentre il fatto "non sussiste" o "non costituisce reato" per quelli successivi al centro del processo che ha portato all'assoluzione degli ex vertici di Mps ma anche di sei funzionari di Deutsche Bank (tra cui Ivor Scott Dunbar, Michele Faissola e Michele Foresti) ed ex manager di Nomura come Sadeq Sayeed, all’epoca ceo di Nomura International Plc London.

L'inchiesta milanese era nata dopo la decisione della procura di Siena di inviare alcuni atti di indagine nel capoluogo lombardo per competenza territoriale. Nel mirino dei magistrati Mauro Clerici, Stefano Civardi e Giordano Baggio erano finiti i derivati 'Alexandria' e 'Santorini' – il primo sottoscritto con la giapponese Nomura, il secondo con Deutsche Bank – , il prestito ibrido Fresh e la cartolarizzazione immobiliare Chianti Classico (già prescritto in primo grado). Operazioni legate all'acquisizione di Antonveneta ma che, secondo l'accusa, portarono a perdite, che sarebbero state occultate dagli imputati con l'intento di "conseguire per sé e per altri un ingiusto profitto", secondo il capo di imputazione.

Nel processo d'appello il pg Gualdi aveva ha chiesto la condanna a 6 anni e 4 mesi per l'ex presidente della banca senese Mussari, a 6 anni per Vigni ex direttore generale di Mps, e a 4 anni per Gian Luca Baldassarri ex responsabile dell'area Finanza dell'istituto senese. Condanne inferiori rispetto al primo grado vista la prescrizione che si era abbattuta su diversi capi di imputazione. Oggi per gli imputati (banche incluse) che devono rispondere, a vario titolo, di manipolazione del mercato, falso in bilancio, falso in prospetto e ostacolo all'autorità di vigilanza è arrivata l'assoluzione piena.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli