Mps: Bitonci (Lega), 'svendita di Stato, duro colpo a sistema bancario'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 set. (Adnkronos) – "Il rischio sarebbe svendere la banca senese a Unicredit e ritrovarsi con migliaia di esuberi tra Toscana e Sicilia. Inaccettabile. Dopo i ben noti disastri da parte del Partito Democratico questa operazione rischierebbe di infliggere un duro colpo al sistema bancario nazionale e occupazionale. Non si possono dare oltre 5 miliardi ad una banca privata per poi far perdere il posto di lavoro a migliaia di dipendenti. Ricordiamoci che la sinistra ha già portato alla rovina il sistema bancario Veneto con la svendita delle Popolari ad Intesa, mettendo sul lastrico migliaia di risparmiatori inermi. A Siena si vota il 3 e 4 ottobre per le elezioni suppletive: visto che il Pd è protagonista assoluto del disastro Mps, che cosa ne dice il candidato Enrico Letta? Perché non ne parla? Perché si presenta nascondendo il simbolo? Perché scappa dal confronto?". Lo dichiara Massimo Bitonci, capo dipartimento Attività produttive della Lega, capogruppo in Commissione Bilancio della Camera e già sottosegretario al Mef.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli