Mps-David Rossi, legale moglie e figlia: "Si indaghi anche su lesioni e aggressione"

(Adnkronos) - "La notizia dell'apertura in seno alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Genova di una indagine per falsità ideologica in relazione alle indagini svolte sulle circostanze dell'anomala morte di David Rossi è solo il primo degli atti dovuti che ci aspettiamo a seguito della relazione conclusiva della Commissione d'inchiesta della scorsa legislatura". Lo afferma all'Adnkronos l'avvocato Carmelo Miceli, legale della vedova dell'ex manager di Mps, Antonella Tognazzi, e della figlia di lei Carolina Orlandi che si aspetta però anche la riapertura delle indagini su quanto accaduto quella sera.

"L'altra notizia che ci aspettiamo e che, incomprensibilmente non è ancora arrivata, è quella relativa alla riapertura delle indagini su quanto accaduto la notte del 6 marzo 2013 e, in particolare, su chi e come ha provocato su Rossi, ancora in vita, quelle lesioni che la Commissione d'inchiesta ha certificato come incompatibili con l'ipotesi suicidiaria e come e quanto tali lesioni, più precisamente, l'aggressione che ha dato luogo a tali lesioni, ha influito sulle reali cause della caduta di Rossi dalla stanza del suo ufficio", conclude Miceli.