Mr Big di 'Sex and the City' nei guai, Chris Noth accusato di violenza sessuale

·1 minuto per la lettura

Due donne accusano Crhis Noth, Mr Big di 'Sex and the City', di violenza sessuale. Zoe, ora 40enne, e Lily, ora 31enne - che non si conoscono e hanno parlato separatamente a distanza di mesi con il sito The Hollywood Reporter - riferiscono che il successo sulla stampa del sequel della serie di Hbo Max 'Sex and the City And Just Like That', ha rievocato in loro "dolorosi ricordi" di eventi che dicono si siano verificati rispettivamente a Los Angeles nel 2004 e a New York nel 2015.

Per proteggere la loro privacy, The Hollywood Reporter utilizza per entrambe degli pseudonimi. Lily, ora giornalista, ha contattato THR ad agosto. "Non sono sicura di come affrontare questo tipo di storia e di come si possano trovare le altre vittime", ha scritto in una email. Il sito ha invece sentito Zoe in ottobre. Lavora ancora nell'industria dello spettacolo e teme le ripercussioni se la sua identità fosse nota. Ma "vedere che stava riprendendo il suo ruolo in Sex and the City ha fatto scattare qualcosa in me", dice. "Per così tanti anni, l'ho seppellito". Ha deciso che era ora di "provare a rendere pubblico chi è" Chris Noth.

Contattato per un commento, Noth ha inviato una dichiarazione: "Le accuse contro di me fatte da due persone che ho incontrato anni fa, anche decenni fa, sono categoricamente false. Queste storie potrebbero essere di 30 anni fa o 30 giorni fa, ma no significa sempre no e questa è una linea che non ho superato". L'attore sottolinea: "Gli incontri sono stati consensuali. È difficile non mettere in discussione il tempismo di uscita di queste storie -aggiunge- Non so per certo perché stanno emergendo ora, ma so questo: non ho aggredito queste donne".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli