Msf, mobilitazione globale per la lotta alla Tubercolosi

red/Mgi

Roma, 10 ott. (askanews) - Una mobilitazione globale per chiedere alla Johnson&Johnson (J&J) di abbassare a 1 dollaro al giorno per paziente il prezzo della bedaquilina, uno dei principali farmaci contro la Tubercolosi, che uccide ogni anno 1,6 milioni di persone.

A lanciarla è Medici Senza Frontiere (MSF) che insieme a società civile, attivisti ed ex pazienti sopravvissuti alla TB, oggi scendono in piazza di fronte alle sedi della J&J negli Stati Uniti, in Belgio, Brasile, Sudafrica, Ucraina e Spagna, con l'obiettivo di garantire l'accesso a questo farmaco anti-TB a tutte le persone che ne hanno bisogno, ovunque nel mondo. Si firma anche in Italia su www.msf.it/abbassailprezzo da oggi al 30 ottobre, quando inizierà in India la 50a Conferenza Mondiale dell'Unione sulla Salute Polmonare.

(Segue)