Msf, mobilitazione globale per la lotta alla Tubercolosi -2-

red/Mgi

Roma, 10 ott. (askanews) - La bedaquilina rappresenta un punto di svolta per centinaia di migliaia di persone affette da forme di TB resistenti ai farmaci, che con i vecchi trattamenti vivono l'incubo di cure complesse e pericolose: fino a 20 pillole al giorno, 14.600 in due anni, dolorose iniezioni quotidiane, gravissimi effetti collaterali come psicosi, nausea persistente, sordità e persino la morte.

"Che senso ha avere un farmaco che i pazienti non possono permettersi? La bedaquilina potrebbe aiutare moltissime persone, ma il prezzo troppo elevato la rende inaccessibile in molti paesi. Non chiediamo la luna, chiediamo a J&J di ridurre il prezzo del farmaco anti-TB a non più di 1 dollaro al giorno, perché possa essere disponibile per tutte le persone che ne hanno bisogno" dice François Dumont, direttore comunicazione di MSF che alla manifestazione di Bruxelles ha portato la campagna "Non chiediamo mica la luna" nata per celebrare 20 anni di lotta per l'Accesso ai Farmaci MSF e coinvolgere il pubblico nelle sfide attuali (www.msf.it/spazioallecure).

(Segue)