MSF: semidistrutto nostro ospedale in attacco aereo

Red/Mos

Roma, 7 nov. (askanews) - Ieri sera un attacco aereo sulla città di Mocha ha parzialmente distrutto un ospedale di MSF, situato nei pressi di un deposito militare. L'ha riferito l'ONG.

Al momento dell'attacco c'erano 30 pazienti, tra cui due neonati, e 35 membri dello staff. Fortunatamente non ci sono vittime, ma l'ospedale è fuori uso e tutta l'area dovrà essere sminata prima che possano riprendere le attività.

"È stata solo fortuna che nessun paziente o membro dello staff siano rimasti feriti nell'attacco. Poteva essere un massacro" dice Caroline Seguin, responsabile dei programmi di MSF in Yemen.