Msf, un anno di lavoro in 74 paesi raccontato in storie e foto -3-

red/Mgi
·1 minuto per la lettura

Roma, 17 lug. (askanews) - I cambiamenti climatici hanno portato ad intensificare gli sforzi in Mozambico, dove un ciclone si abbattuto sulla citt di Beira spazzando via il 70% dei tetti delle case e causando molti feriti, in Somalia, teatro di violente inondazioni che hanno causato oltre 270.000 sfollati e in Iran, nel Lorestan, una regione montuosa costellata di villaggi isolati, colpita nel 2018 dalla siccit e l'anno successivo da pesanti precipitazioni. La fuga di milioni di persone da guerre e povert estrema resta ancora una delle crisi umanitarie pi gravi del momento. Nel 2019 team MSF hanno assistito oltre 1.300 persone in 21 operazioni di salvataggio nel Mediterraneo e garantito accesso alle cure e supporto psicologico a migranti e rifugiati bloccati in Libia, sempre pi devastata dal conflitto. In Europa, la clinica pediatrica di MSF fuori dal campo di Moira, a Lesbo, ha curato centinaia di bambini con malattie croniche e complesse, fra cui problemi cardiaci, epilessia e diabete. (Segue)