Muffa tossica a Manchester: morta una ragazza di 14 anni

muffa tossica manchester

Si chiamava Jade Owens ed è morta a soli 14 anni dopo tre settimane di lotta per la sopravvivenza. Jade, originaria di Manchester, aveva respirato una muffa tossica che le aveva causato una brutta infezione alle vie respiratorie. La giovane aveva iniziato a tossire sangue qualche settimana prima e i genitori decisero di portarla al pronto soccorso per degli accertamenti. Qui la scoperta dei medici: Jade non solo aveva il diabete di tipo1 ma aveva anche contratto una grave infezione, tale da necessitare la procedura del coma farmacologico per non aggravare le già compromesse condizioni della ragazza.

Manchester, muffa tossica uccide 14enne

La giovane era riuscita a risvegliarsi dal coma farmacologico e sembrava anche stare meglio. Poi all’improvviso le sue condizioni sono peggiorate e ha avuto una crisi respiratoria dalla quale non è più riuscita a riprendersi. Ancora da chiarire come la ragazza sia entrata in contatto con la muffa tossica letale. L’ipotesi più plausibile, ma ancora da verificare, è che abbia respirato delle spore. Questi batteri solitamente non sono mortali per gli esseri umani ma tutto cambia nel caso di individui con il sistema immunitario indebolito. Purtroppo questo è stato proprio il caso di Jade, affetta da un diabete di tipo 1 che ancora non le era stato diagnosticato.

Il pericolo nelle spore

La muffa potrebbe essere un nemico silenzioso che si nasconde dentro nelle nostre case, negli uffici e nelle scuole. Funghi e batteri potrebbero infatti rilasciare delle spore responsabili di molte malattie negli esseri umani come asma e allergie. La comparsa della muffa sulle pareti perciò non è solo un fastidioso elemento antiestetico ma potrebbe rappresentare un pericolo per la nostra salute.