Mulè: no cambiamento, M5s passato da 'vaffa' ad arraffa poltrone

Pol/Vep

Roma, 14 ott. (askanews) - "I 5stelle sono passati dal 'vaffa' all' 'arraffa', esempio perfetto ne é l'Umbria, dove fanno alleanze disperate con il partito da loro dichiarato essere il peggior nemico dei cittadini, ossia il Pd. Quello del Movimento 5 stelle non è cambiamento è soltanto attaccamento alle poltrone: pur di non andare a votare hanno messo insieme questo governo. Le elezioni regionali saranno il termometro del sentiment del Paese reale in merito a un'alleanza, quella giallo-rossa, non virtuosa e truffaldina perché invece di basare la propria esistenza su principi condivisi si fonda su un patto di slealtà con gli elettori". Così Giorgio Mulè, deputato e portavoce unico di Camera e Senato, intervenendo a Sky Tg24.

"Temo le misure che questo governo vuole mettere in campo su evasione fiscale e 'processo senza fine', figlie della peggior cultura giustizialista e manettara di questo Paese. Un approccio che presuppone la presunzione di colpevolezza al quale noi ci opporremo sempre. L'anima di Forza Italia è quella, moderata e liberale. Noi saremo in piazza il 19 di ottobre per manifestare contro le politiche economiche di questo governo che ha messo e vuole mettere ancora le mani nelle tasche degli italiani", conclude Mulè.