Mulè: priorità paese sacrificate per maggioranze salva poltrone

Pol/Vep

Roma, 14 ago. (askanews) - "Il taglio dei parlamentari è una discussione ridicola nel merito e nel metodo: volete tagliare 345 parlamentari che riducono dello zero virgola zero l'ammontare della spesa corrente? Fatelo, ma almeno con raziocinio: è essenziale piuttosto dare un senso alle priorità di questo Paese cominciando a risolvere i tavoli di crisi aperti, dare prospettive occupazionali ai lavoratori in cassa integrazione, ridurre la pressione fiscale, rilanciare un piano infrastrutturale incisivo e determinante per il Paese. Ma tutto questo viene sacrificato sull'altare della propaganda e di nuove 'maggioranze salva poltrone' politicamente indecenti come quella che Renzi e un pezzo del Pd vorrebbe insieme ai 5Stelle. E se è vero che le parole sono pietre, significherebbe che dopo essere stato lapidato senza pietà dai 5Stelle, il Pd accetterebbe di andare a braccetto con il suo carnefice". Così Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia e portavoce unico di Camera e Senato, intervenendo ad Agorà.