Multa a disabile che parcheggia su strisce blu a Napoli

Napoli disabile multato

A Napoli i parcheggi sulle strisce blu si pagano, anche se sei disabile. Lo ha scoperto a sua spese Mimmo Napolitano, uomo affetto da disabilità motorie che qualche giorno fa ha parcheggiato la propria auto sulle strisce blu. Ha esposto il tagliando per disabili ed è andato a fare una visita medica. Al suo ritorno ha trovato una bella multa che sventolava dal parabrezza. La legge infatti stabilisce che i disabili che parcheggiano sulle strisce blu, e non su quelle gialle a loro riservate, debbano pagare come qualunque altro cittadino. Unica eccezione nel caso in cui il disabile riesca a dimostrare che quelle gialle erano occupate nel momento della multa.

Multa a disabile sulle strisce blu

Mimmo Napolitano non ci sta e reagisce all’ingiustizia ricevuta con un post su Facebook diretto al sindaco di Napoli Luigi De Magistris. “Vedi, Sindaco, tu vuoi fare la flotta per salvare i migranti ma non fai una telefonata al comandante dei vigili per dirgli di non emettere questi verbali umilianti. Umilianti, sì, ma non per me, per la città, perché io te li do i 20 euro, ma tu hai perso ancora una volta la faccia, hai perso l’occasione di essere il sindaco della città dell’accoglienza o di tutte le parole con le quali ti riempi la bocca”, si legge su Fanpage.

Tra le dure parole, Mimmo lamenta inoltre la lontananza del parchimetro: circa 500 metri dall’automobile. Ciò significa che Mimmo avrebbe dovuto fare quasi un chilometro per poter pagare regolarmente il parcheggio. Distanza che per un disabile diventa importante e difficile da affrontare. La legislazione attuale lascia infatti ai singoli comuni una certa libertà decisionale sul tema dei parcheggi blu occupati da persone con disabilità ed è questa la principale motivazione che ha spinto Mimmo a indirizzare le proprie lamentele contro il sindaco De Magistris.