Multa UEFA in arrivo: il Milan potrebbe chiedere aiuto a Fininvest

Il Milan aspetta le decisione dell'UEFA dopo il no al settlement agreement ma intanto il mercato è bloccato. E qualche giocatore pensa all'addio.

Sono giorni importanti in casa Milan dove già la prossima settimana è atteso il pronunciamento dell'UEFA sulla richiesta di settlement agreement dopo il no al voluntary di qualche mese fa.

Il massimo organismo del calcio europeo, a campionato concluso, comunicherà al Milan se stavolta accetterà la richiesta ma anche quali saranno le inevitabili sanzioni. A partire dalla multa.

Multa che secondo 'La Gazzetta dello Sport' potrebbe aggirarsi sui 15-20 milioni di euro di cui un terzo dovrebbe essere pagato subito mentre il resto verrebbe sospeso con la condizionale e sarebbe versato solo se la società rossonera non rispettasse gli accordi con l'UEFA.

Il tutto senza escludere che il nuovo Milan non decida di chiamare in causa la vecchia proprietà chiedendo a Fininvest di partecipare al pagamento della multa. Una linea peraltro anticipata in parte dallo stesso Fassone che ha spesso sottolineato come il procedimento sia stato aperto per la gestione del triennio precedente all'avvento dei cinesi.

Ovviamente resta da capire quale sarebbe la reazione di Fininvest che da parte sua ha ceduto il pacchetto completo del Milan. Debiti compresi.

Intanto sul fronte calciomercato almeno un grosso sacrificio sembra ormai inevitabile per non sforare i conti. L'indiziato numero uno è Donnarumma ma a partire potrebbe essere anche Suso mentre secondo alcune voci che rimbalzano dall'Inghilterra e riportate da 'Tuttosport' il Manchester United starebbe pensando a Bonucci.

Per quanto riguarda il capitolo acquisti invece il pallino di Mirabelli sarebbe Depay ma resta caldo anche il nome di Radamel Falcao che potrebbe arrivare tramite Mendes specie se il procuratore dovesse riuscire a piazzare altrove Andrè Silva. Le grandi manovre, insomma, sono solo agli inizi.