Muore al ristorante cinese e scattano procedure coronavirus, ma era infarto

webinfo@adnkronos.com

Sono scattate le procedure di sicurezza per il coronavirus questa mattina a Prato, intorno alle ore 11, per la morte di un uomo all'interno di un ristorante cinese in via Becherini. L'allarme, però, è rientrato quasi subito perché il decesso sarebbe stato causato da un infarto. L'uomo, stando alle prime ricostruzioni, si è sentito male e si è accasciato a terra. Sul posto il 118 ha inviato le ambulanze della Misericordia e della Croce d'Oro e sono intervenuti anche polizia e carabinieri. Medici, volontari e forze dell'ordine hanno indossato le speciali protezioni contro il contagio.  

I tentativi di rianimare l'uomo sono risultati vani. Secondo il medico, il decesso sarebbe stato causato da un infarto e non ci sarebbe nessun legame con il coronavirus. Rientrato l'allarme, tutti gli operatori si sono tolte le protezioni.