Muore di tumore, il padre organizza comunque la festa per il suo diciottesimo

Edoardo De Ecclesiis (Fonte: Facebook)


Edoardo è morto a 16 anni a causa di un tumore. Una forma rara, peraltro, che attacca i tessuti molli. "Nell’aprile del 2016, portammo Edo all’ospedale: aveva 14 anni e da alcuni giorni il ventre si era gonfiato. Scoperto il cancro, i medici mi dissero che aveva il 3 per cento di possibilità di sopravvivere. Fu la mia prima bugia buona: a mia moglie raccontai che da quel tumore si guarisce nel 30 per cento dei casi", racconta il padre di Edoardo, Luigi De Ecclesiis.



Edoardo oggi di anni ne avrebbe 18 e il papà da 6 mesi gli sta organizzando una mega festa di compleanno al palazzetto dello sport di Torri di Quartesolo, in provincia di Vicenza, anche se Edoardo non c'è più.

"Ci saranno i cantanti, i deejay. E la torta, naturalmente. Sarà bianconera, visto che Edo era un tifoso sfegatato della Juventus. Insomma, sarà tutto come voleva lui. Dopo aver partecipato al party di Sofia, la sua sorella maggiore, era gasatissimo: anche lui desiderava una serata piena di amici e di musica. E sognava anche la sua prima automobile: dopo avergli negato il motorino per paura che si facesse male, promisi che, appena ottenuta la patente, gli avrei comprato una Smart".



Così Luigi, in un'intervista con il Corriere della Sera, descrive i desideri di Edoardo e i preparativi per diciottesimo pianificato per la serata di sabato 7 settembre, il cui ricavato andrà all'associazione Vicenza for Children per l'acquisto di una "bimbulanza". Ma il suo timore più grande, aggiunge, è che non venga nessuno: "È un tarlo che mi è entrato nel cervello. A Vicenza ci sarà la festa del patrono con il lunapark e le bancarelle; e a Grisignano l’antica fiera del Soco, che richiama gente da tutta la regione. L’incubo è che i ragazzi preferiscano trascorrere la serata altrove. Per Chiara, la mamma di Edo, sarebbe come se morisse di nuovo".