Muore Noun Chea, criminale comunista dei Kmer Rossi

webinfo@adnkronos.com

Braccio destro di Pol pot, conosciuto come il fratello numero 2. Noun Chea. Si è spento in Cambogia all'età di 93 anni. E' stato l'ideologo del sanguinario regime comunista dei Khmer Rossi. Ideologia che portò alla scomparsa fisica di una generazione di connazionali. 

Si calcola che 1,7 milioni di persone sono morte nel nome del fanatismo comunista, al potere in Cambogia dal 1975 al 1979. Chea è stato ritenuto la mente delle politiche di sterminio del regime dei Khmer. Coinvolto in prima persona nelle purghe di massa. Condannato per genocidio, crimini di guerra e crimini contro l'umanità, stava scontando l'ergastolo. 

Il fratello numero 2 viveva a Pailin, al confine con la Thailandia, fino a quando non fu arrestato nel 2007. Da tempo Chea era gravemente malato e il mese scorso era stato ricoverato in ospedale per ricevere cure di emergenza.