Muore in treno e gli rubano la fede nuziale, la denuncia della famiglia: "In balia degli sciacalli”

·2 minuto per la lettura
Muore in treno
Muore in treno

Un uomo di San Giorgio a Cremano muore in treno e la famiglia della vittima lancia l’allarme. Lo scorso 17 giugno il 69enne è deceduto a causa di un malore sopraggiunto mentre si stava dirigendo ad Ascea al termine di qualche giorno di vacanza.

Muore in treno, fede rubata

Secondo il racconto della famiglia all’uomo sarebbe stata rubata la fede nuziale, così come si evince dal racconto della figlia pubblicato sui social network.

Muore in treno, l’appello della figlia

Nel frattempo la figlia ha scritto un messaggio su Facebook per chiedere di la restituzione dell’oggetto. “Se qualcuno è in possesso di questo anello semplice ma dall’enorme valore affettivo, vi chiedo di farcelo recapitare anche in forma anonima”.

Muore in treno, la denuncia

A tal proposito è intervenuto anche Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde. Il politico ha lanciato l’accorato appello della famiglia dell’uomo dopo aver ricevuto il messaggio da parte di un conoscente della vittima. “La cosa che ha del vergognoso è che gli è stato sottratto l’anello nuziale – si legge nel messaggio inviato a Borrelli – su quel treno è morto da solo in balia degli sciacalli. Stiamo facendo un appello affinché anche in forma anonima ci venga restituito l’anello, la prego ci aiuti”. Il consigliere Borrelli ha risposto e chiesto sui social la restituzione della fede ai familiari, anche in forma anonima.

Un tragico incidente si è consumato nella notte di venerdì 18 giugno 2021 nei pressi della stazione ferroviaria situata a Marghera, località vicino Venezia. Un uomo di appena 33 anni ha perso la vita, nel tentativo di seguire e mettere in salvo il suo cane finito sui binari. Il giovane, nel tentativo di salvare il suo cane, finito sui binari della stazione ferroviaria, è stato travolto da un treno in transito. L’uomo era in compagnia della sua fidanzata presso la stazione ferroviaria, insieme al loro cane, ma ad un certo punto avrebbe perso il controllo dell’animale, finito irrimediabilmente sui binari.

Investito e ucciso da un treno alla stazione di Monza. Un uomo di 43 anni è morto: traffico rallentato dopo il drammatico incidente verificatosi fra i binari 1 e 2 dello scalo ferroviario in via Arosio. A parla dell’accaduto è stata Trenod mediante un comunicato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli