Muore 'Zindzi', la figlia più piccola di Madiba. Ignoti i motivi

La figlia minore di Nelson Mandela, 'Zindzi'

Zindziswa ‘Zindzi’ Mandela, figlia minore del leader sudafricano Nelson Mandela, è morta all’età di 59 anni e le cause del decesso sono sconosciute. La notizia è stata confermata oggi 13 luglio dal figlio della vittima, Bambatha, e dalla Fondazione Nelson Mandela. La donna si è spenta nella notte nell’Ospedale di Johannesburg, ma si disconoscono le cause della morte occorse nella struttura ospedaliera della città del Sudafrica.

Morta ‘Zindzi’, figlia di Nelson Mandela

La figlia di Madiba – così era conosciuto ed adorato in patria Nelson Mandela, simbolo della lotta all’apartheid in ogni parte del mondo, omaggiato, tra gli altri, da Barack Obama– dal 2014 era ambasciatrice del Sudafrica in Danimarca. Nata il 23 dicembre del 1960 a Soweto, uno dei luoghi storici delle rivolte antirazziste dell’apartheid in Sudafrica, fece appena in tempo a vedere il padre Nelson che di lì a poco fu mandato in prigione dove rimase fino alla sua scarcerazione avvenuta nel 1990.

‘Zindzi’ raccolse sin da subito l’eredità politica di Mandela e scelse di studiare legge all’Università di Città del Capo. La piccola di casa Mandela era conosciutissima in patria perché, non appena diventato presidente del Sudafrica Nelson Mandela, fu ‘Zindzi’ a svolgere l’incarico di first lady accanto al padre, dato che l’uomo politico e sua madre Winnie – che morì nell’aprile del 2018 – avevano divorziato. Un ruolo che ‘Zindzi’ portò avanti con gran dovere istituzionale fino la 1998, quando il carismatico leader di colore nonché Premio Nobel per la Pace, sposò in seconde nozze Graça Machel. Zindziswa Mandela lascia adesso quattro figli.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.