Muro Berlino, Grasso: dopo 30 anni, ancora troppe barriere

red-fcz

Milano, 9 nov. (askanews) - "A distanza di trent'anni sono troppe le barriere che nel mondo dividono Stati e perfino quartieri, troppe le cortine immateriali tra gli esseri umani. Dobbiamo impegnarci ancora tanto perché non siano gli steccati la soluzione ai complessi problemi delle nostre società: solo così, ancora una volta, cambieremo il corso della storia". Lo sottolinea il senatore di Leu Pietro Grasso nel giorno del 30esimo anniversario dalla caduta del muro di Berlino.

"Ricordo bene quella notte - scrive Grasso in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook -: come tantissimi altri, ho assistito attraverso le immagini in televisione alla gioia di un popolo che si ricongiungeva. Migliaia di persone rompevano con le mani e con i picconi quei mattoni che per ventotto anni avevano diviso due mondi e una città. Erano soprattutto giovani, si abbracciavano e urlavano 'libertà'. Un momento di grande ottimismo e speranza per tutti coloro che avevano sofferto e lottato, anche pagando con la vita. Ma - conclude l'ex presidente del Senato - non è bastato quell'evento perché si smettesse di innalzare muri"