**Musei: crescono gli Uffizi, 2000 mq di spazi recuperati e si scoprono affreschi**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Firenze, 22 apr. – (Adnkronos) – Una sorpresa alle Gallerie degli Uffizi durante i lavori di recupero e restauro degli spazi nell'ala di Ponente del museo fiorentino (la più vicina al Ponte Vecchio): in una sala sono infatti riaffiorati due interessanti affreschi del Seicento, in uno dei quali è ritratto il granduca Ferdinando I in un clipeo; l'altro – più integro e senza dubbio più importante – raffigura il giovane Cosimo II de' Medici a figura intera e a grandezza naturale, con le allegorie di Firenze e Siena, da attribuire all’ambito del pittore Bernardino Poccetti (1548-1612).

Non solo: in una sala vicina sono state riportate alla luce tutte le decorazioni eseguite nel Settecento, probabilmente durante il regno di Pietro Leopoldo di Lorena. Si tratta di motivi vegetali che ornano le pareti e il soffitto, al centro del quale è affrescata una panoplia con fasci littori.

Questi spazi, che si trovano al pianterreno della Galleria, faranno parte dell’ingresso al museo e saranno visibili al pubblico. Complessivamente sono state restaurati quasi 2000 metri quadrati, finora inaccessibili: per un totale di 8 sale dell’ala di Ponente (409 mq) e 14 sale al piano terra dell’ala di Levante (699 mq) oltre ad altre 21 (684 mq) nel piano interrato, nell'ambito dei lavori per la realizzazione dei Nuovi Uffizi condotti dalla Soprintendenza insieme alle Gallerie, a cura dell'architetto Chiara Laura Tettamanti (direttore dei lavori) e dell’architetto Francesco Fortino (responsabile unico del procedimento).