Musei: il Maxxi 'riparte', il 27 aprile riapre le sue porte

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 apr. (Adnkronos) – Il Maxxi 'riparte'. Il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, infatti, in seguito al 'Decreto riaperture' dello scorso 21 aprile riapre le sue porte da martedì 27 aprile "nel rispetto delle norme di sicurezza previste dalla legge: visite su fasce orarie contingentate, ambienti regolarmente sanificati, controllo della temperatura, autocertificazione, obbligo di mascherina, distanziamento, distribuzione di gel igienizzante, avvisi e segnaletica per il pubblico e, per i weekend, obbligo di acquisto online del biglietto un giorno prima della visita su maxxi.vivaticket.it".

Per dare un segnale di fiducia e ottimismo, il Maxxi ha inoltre lanciato il Legendary Ticket: un biglietto valido 100 anni acquistabile online e in biglietteria al costo di 15 euro: un regalo per sé e per gli altri, da consumare subito o tenere nel cassetto aspettando la mostra del cuore, o magari da collezionare. E anche un’idea creativa di crowdfunding, di vicinanza e sostegno all'arte.

"Siamo pronti a riaprire e non vediamo l'ora di farlo – dice Giovanna Melandri, presidente della Fondazione Maxxi – Ci sono tante mostre bellissime che aspettano solo di essere 'risvegliate' dall'incontro con i visitatori e con le loro emozioni. Sono particolarmente lieta che si possa riaprire anche nei weekend: la cultura non è un lusso per pochi, e per chi durante la settimana studia o lavora è fondamentale poterne usufruire nel fine settimana. Oltre al fatto che i musei sono luoghi di socialità responsabile e regolata, alternativa all’assembramento nelle strade”.