Musica, è morto a 67 anni Neil Peart: storico batterista dei Rush

neil-peart

Lutto nel mondo della musica; è morto all’età di 67 anni il batterista e scrittore canadese Neil Peart, conosciuto per la sua storica militanza nella band rock progressive dei Rush. Peart è morto lo scorso 7 gennaio, ma la notizia è stata diffusa dai media soltanto nella giornata di venerdì 10. Il batterista stava combattendo tra ormai tre anni con un cancro al cervello per il quale era stato costretto ad abbandonare la band, ma di cui non aveva sempre preferito non parlare in pubblico.

Musica, è morto Neil Peart

Nato ad Hamilton nel 1952, Neil Peart era considerato uno dei migliori batteristi rock di tutti i tempi. Dopo aver vissuto per un periodo in Inghilterra a partire dall’età di 18 anni, nel 1974 entra a far parte dei Rush in sostituzione del precedente batterista John Rutsey. Nella band si occupa anche della stesura dei testi delle canzoni, apportando numerose innovazioni nel sound che traghettano i Rush dal rock progressivo all’hard rock fino all’heavy metal. È Peart ad esempio ad introdurre un utilizzo massiccio dei sintetizzatori a partire dagli anni ’90.

Il cordoglio della band


Nella serata del 10 gennaio, sulla pagina ufficiale del Rush è stato pubblicato un toccante messaggio di cordoglio da parte di tutti i membri della band: “È con il cuore spezzato e la più profonda tristezza che dobbiamo condividere la terribile notizia che martedì il nostro amico, anima gemella e compagno di band per oltre 45 anni, Neil, ha perso la sua incredibilmente e coraggiosa battaglia di tre anni e mezzo con il cancro al cervello (un glioblastoma). Chiediamo che amici, fan e media rispettino comprensibilmente il bisogno di privacy e pace della famiglia in questo momento estremamente doloroso e difficile. Coloro che desiderano esprimere le loro condoglianze possono scegliere un associazione per la ricerca sul cancro o benefica a loro scelta e fare una donazione a nome di Neil Peart”.