**Musica: è morto Peter Zinovieff, pioniere del sintetizzatore** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Nella storia musicale Peter Zinovieff è l'ingegnere che si trasformò in compositore, introducendo sul mercato un sintetizzatore di ridotte dimensioni, che si contraddistinse subito per la capacità di poter essere usato in molti modi poco convenzionali. Il Vcs3 (Voltage Controlled Synthesizer 3 Oscillators) entrò quasi subito a far parte della strumentazione di gruppi come i Pink Floyd, Curved Air e musicisti come Brian Eno e Pete Sinfield: proprio per le sue caratteristiche peculiari, lo strumento non era adatto a fare funzioni di lead synth, di solista e venne usato principalmente per creare effetti inusuali.

Lo studio di Zinovieff fallì negli anni '70 e gran parte della sua attrezzatura fu successivamente distrutta da un'alluvione. Zinovieff trascorse gli anni '80 e '90 per lo più lontano dalla musica, lavorando nella progettazione grafica e e insegnando, anche se nel 1986 scrisse il libretto per l'opera del 1986 di Harrison Birtwistle "La maschera di Orfeo".

Zinovieff è tornato alla composizione nel 2010 e ha lavorato con una generazione più giovane di musicisti tra cui la violoncellista Lucy Railton e la violinista Aisha Orazbayeva. Ha anche realizzato diverse opere con la poetessa Katrina Porteous.

(di Paolo Martini)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli