Musica. Avicii, lettera aperta famiglia: "Non ne poteva più"

Fco

Stoccolma, 26 apr. (askanews) - Lo svedese Avicii, uno dei dj più famosi al mondo morto venerdì ad appena 28 anni, "non ne poteva più" e "voleva la pace". Lo ha scritto la sua famiglia in una lettera aperta, in cui lascia capire - pur senza dirlo esplicitamente - che il giovane si sia suicidato.

Tim Bergling, questo il suo vero nome all'anagrafe, è stato ritrovato privo di vita a Mascate, la capitale del sultanato dell'Oman, dove si trovava da qualche giorno in vacanza con gli amici.

"E' stato veramente dibattuto, con riflessioni sul significato delle cose, della vita, della felicità", ha scritto la sua famiglia in una lettera consultata dalla France Presse, "Non poteva più continuare a lungo. Voleva trovare la pace".

(fonte AFP) (segue)