Musica: il Mei propone class action contro social network per pagamento diritti

Bologna, 20 apr. (Adnkronos) - Attivare una ''class action'' contro le multinazionali dei grandi social network per ottenere il pagamento dei diritti sui contenuti musicali e piu' in generale culturali che rendono le pagine di questi siti molto piu' appetibili anche per gli inserzionisti e che generano dunque enormi profitti. E' la proposta lanciata dal Mei (il Meeting delle Etichette Indipendenti), oggi a Bologna durante il dibattito sul diritto d'autore on line tenutosi nell'Aula Prodi di Piazza San Giovanni Monte, moderato da Guido Scorza e organizzato da Altratv.tv all'interno del Meeting sull'Italia Digitale Punto.it. ''E' impensabile che tali grandi multinazionali continuino a non riconoscere ai singoli utenti produttori e diffusori di musica e di cultura una quota dei loro enormi guadagni'', ha dichiarato Giordano Sangiorgi, patron del Mei, la manifestazione che da quindici anni e' il punto di riferimento della nuova scena musicale italiana. ''A tale proposito andrebbe costruita una grande federazione dei diritti unitaria che veda insieme Siae, Scf, Nuovo Imaie e tutte le associazioni di categoria del settore culturale per andare a incontrare questi 'signori' e chiedere loro, insieme alle multinazionali della telefonia, di remunerare con un equo compenso questo prezioso lavoro di produzione e diffusione culturale che, se non se non avra' i giusti compensi e le necessarie risorse, rischia di scomparire e di annullare un futuro musicale e culturale per le giovani generazioni del nostro paese'', ha aggiunto.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno