Musica: Teatro alla Scala, 'Ludwig protagonista di epoca luminosa e irripetibile'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 25 apr. (Adnkronos) – Con la scomparsa di Christa Ludwig "il mondo della musica perde la protagonista di un'epoca luminosa e irripetibile. Erede diretta di una cultura interpretata con mezzi vocali e intelligenza musicale infallibili, la Ludwig è stata artista di riferimento in un repertorio che spazia da Mozart a Wagner e Strauss fino a Verdi e al Lied". Lo comunica il Teatro alla Scala in una nota.

È Karajan a portarla alla Scala nell'aprile 1958 come Waltraute in Die Walküre insieme a Suthaus, Rysanek e Nilsson, mentre pochi mesi più tardi Georg Szell la dirige nella Missa Solemnis. Nel 1960 è Barbarina nelle Nozze di Figaro dirette da Karajan con Sena Jurinac e Graziella Sciutti, ma soprattutto Adalgisa nella registrazione di Norma con Maria Callas e Franco Corelli sotto la guida di Tullio Serafin.