Musk fa sul serio. Migliaia di licenziamenti con effetto immediato

La rivoluzione di Twitter annunciata da Elon Musk sta deludendo sempre più persone. Finora il miliardario si era limitato solo ad accennare alcune proposte, ma diverse migliaia di lavoratori hanno ricevuto una mail che li informava del loro licenziamento. Il responsabile della sicurezza e dell'integrità di Twitter Yoel Roth ha reso noto che circa la metà degli attuali dipendenti della società è stato informato in questo modo.

Tra i dipendenti c'è chi ricorrerà alle vie legali, ma l'avvocato del lavoroWendy Musell spiega che queste pratiche sono insolite per le aziende che operano nella Silicon Valley, che cercano di preservare sempre la loro reputazione. Musk ha twittato che non c'era altra scelta che tagliare i posti di lavoro e che ai dipendenti che hanno perso il lavoro sono stati offerti tre mesi di stipendio come liquidazione.

Il piano di licenziamenti va nella direzione di risollevare la società acquistata da Musk per 44 miliardi in perdita di 4 milioni di dollari al giorno. Ma alcuni esperti sostengono che senza una squadra adeguata la piattaforma non sarà in grado di preservare la sicurezza informatica e perderà in termini di affidabilità per chi la utilizza per informarsi.

A essere interessati dall'ondata di licenziamenti non è stata tuttavia la squadra di moderatori. Dalla prossima settimana, tuttavia, l'uccellino blu dovrà fare a meno di interi reparti, tra cui uno che si occupa di diritti umani e conflitti globali, un altro che controlla gli algoritmi di Twitter per verificare se ci sono rischi nel modo in cui i tweet vengono amplificati e un team di ingegneri che si occupa di rendere la piattaforma sociale più accessibile per le persone con disabilità. La preoccupazione principale è rivolta alle elezioni di metà mandato che si svolgeranno negli Stati Uniti l'8 novembre.