MV presenta: BRUTALE 1000 RR e BRUTALE 1000 RS MY23

(Adnkronos) - Nella gamma MV Agusta le moto hanno nomi espliciti, non hanno bisogno di sottotitoli. Così, dal 2001, basta dire Brutale per capire che si parla di un modello con pochi filtri.

Per il 2023 sono le 1000 RR e RS della famiglia Brutale ad aggiornarsi, più nella sostanza che nell’aspetto.

Si tratta di elementi il cui obiettivo è quello di rendere ancora più marcata l’integrazione tra chi guida e una moto che dalla sua nascita si è fatta apprezzare per l’approccio facile e intuitivo.

Un risultato non certo facile da ottenere quando si parla di una moto che dispone di 208 CV distribuiti con estrema disinvoltura.

A livello meccanico l’elemento più significativo introdotto nel basamento del quattro cilindri in linea è il contralbero che caratterizzerà entrambe le versioni della Brutale.

Gli elementi tecnici ed estetici sono ovviamente di derivazione racing, in fibra di carbonio e da un equipaggiamento di alta gamma in tema di sospensioni, che comprende tra l’altro il trattamento Tin sugli steli della forcella Öhlins Nix 43 sulla RR, Marzocchi con trattamento superficiale DLC sulla RS.

Per il 2023 le Brutale sono state aggiornate per quanto riguarda la gestione della coppia, della trazione e del launch control, con l’obiettivo di trasmettere a chi è in sella sensazioni che nessun’altra moto di serie può garantire.