Myanmar, attori in carcere per aver scherzato sui militari -4-

Mos

Roma, 31 ott. (askanews) - "E' una sentenza sconcertante. Punire le persone per aver messo in scena della satira segnala in maniera palese lo stato misero in cui versa la libertà d'espressione a Myanmar", ha commentato Joanne Mariner di Amnesty International.

Il reato contestato agli attori è punibile con due anni di carcere, senza la possibilità di accedere al rilascio condizionato.