Myanmar, corte Aja: misure emergenza per fermare genocidio Rohingya -2-

Fco

Roma, 23 gen. (askanews) - Il gruppo di 17 giudici ha sostenuto all'unanimità di imporre provvedimenti su Myanmar per garantire che i militari non commettano atti di genocidio e adottino misure per prevenire uccisioni e gravi danni ai Rohingya.

Myanmar è stato condannato a conservare qualsiasi prova di reati che possa essere utilizzati dalla corte in successive udienze e a riportare al tribunale tutte le misure che gli è stato ordinato di prendere entro quattro mesi. Dovrà quindi riferire ogni sei mesi mentre il dossier procede di fronte alla corte di più alto grado delle Nazioni Unite.(Segue)