Myanmar: esplosioni prima di visita Suu Kyi Stato Rakhine -2-

Ihr

Roma, 19 dic. (askanews) - L'azione non è stata ancora rivendicata. Secondo le foto pubblicate dai media locali, i dispositivi erano stati collocati sul bordo di una strada di campagna, causando solo lievi danni. Più a nord, nello Stato di Rakhine, l'esercito è impegnato in un conflitto sempre più violento con gli insorti dell'Esercito di Arakan, che stanno lottando per una maggiore autonomia a favore delle popolazioni buddiste locali.

Nell'ultimo anno, decine di migliaia sono fuggite dai combattimenti e sono stati denunciati abusi contro civili da entrambe le parti. Lo Stato di Rakhine è anche l'epicentro di una massiccia operazione militare che ha portato circa 740.000 musulmani rohingya a fuggire nel vicino Bangladesh due anni fa.

La visita di Aung San Suu Kyi è solo la sua terza nella regione da quando è iniziata la crisi dei Rohingya nel 2017. Una crisi per la quale è andata in questo mese a difendere il suo Paese dalle accuse di genocidio di cui è oggetto dinanzi alla giustizia internazionale all'Aia.