Myanmar, Onu condanna abusi diritti umani Rohingya

webinfo@adnkronos.com

L'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione di condanna per abusi dei diritti umani - arresti arbitrari, torture, violenze - ai danni dei Rohingya e di altre minoranze in Myanmar. Come riporta la Bbc, la risoluzione è stata adottata con 134 voti a favore su 193 Paesi rappresentati, nove contrari e 28 astenuti. Al governo del Myanmar si chiedono misure urgenti per contrastare qualsiasi forma di incitamento all'odio contro le minoranze.  

Nel 2017 migliaia di persone della minoranza musulmana dei Rohingya sono morte e più di 700mila sono fuggite nel vicino Bangladesh per sfuggire alla violenta operazione di sgombero nello Stato di Rakhine per mano dell'esercito del Myanmar. L'ambasciatore all'Onu del Myanmar, Hau Do Suan, ha definito la risoluzione "un altro classico esempio di doppio standard e applicazione selettiva e discriminatoria delle norme sui diritti umani".