Myanmar: rilasciati quasi 6.000 prigionieri

Espulsione dal Myanmar in arrivo per un accademico australiano, un'ex diplomatica britannica e un filmmaker giapponese, rilasciati dopo un'amnistia, in occasione della Giornata nazionale della Vittoria. Lo ha annunciato questo giovedì la giunta militare al potere.

L'ex ambasciatrice britannica Vicky Bowman, l'australiano Sean Turnell e il nipponico Toru Kubota "sono stati graziati ed espulsi", in base a quanto si legge nel comunicato emanato. Insieme a loro, sono stati graziati altri 5771 prigionieri.

La decisione è un segnale di apertura da parte dell'esercito, da quando è salito al potere con il colpo di Stato del 1° febbraio 2021. Da allora migliaia di persone sono state imprigionate in una sanguinosa repressione.