Mykolaiv, almeno 10 esplosioni in città: colpite università

(Adnkronos) - Il sindaco di Mykolaiv, Oleksandr Sienkevych, ha segnalato almeno dieci esplosioni avvertite in città, invitando a rimanere nei rifugi. Lo riporta The Kyiv Independent. Gli ucraini in particolare denunciano attacchi russi contro due università nella città, un atto di "terrorismo". "Oggi la Russia terrorista ha attaccato le due università più grandi di Mykolaiv. Almeno dieci missili. Ora attaccano la nostra istruzione. Chiedo alle università di tutti i Paesi democratici di definire la Russia per quello che è, terrorista", ha scritto su Twitter il governatore Vitali Kim.

Il sindaco Sienkevych ha quindi confermato che i soccorritori sono al lavoro e che ci sono almeno due feriti. "Questa volta - ha denunciato via Telegram - hanno colpito intorno alle 7.50 ora locale, sapendo bene che c'è molta gente in strada in quel momento. Veri terroristi".

"Sconvolto" intanto il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, dopo l'attacco missilistico che ha colpito Vinnytsia, nel centro dell'Ucraina, che secondo gli ultimi ha fatto almeno 23 morti. La first lady ucraina, Olena Zelenska, su Twitter ha ricordato che "siamo rimasti tutti inorriditi dalla foto di una carrozzina rovesciata".

Guterres "condanna ogni attacco contro i civili o le infrastrutture civili e ribadisce il suo appello a rendere conto di simili violazioni", ha fatto sapere il portavoce.

La first lady nel tweet ha scritto che "leggendo le notizie" si è resa conto di "conoscere quella bambina". "Non scriverò tutte le parole che vorrei a coloro che l'hanno uccisa. Scriverò di Lisa. Ci siamo conosciuti durante la registrazione di un video per il Natale - ha aggiunto postando il video - In 30 minuti, la bimba è riuscita a dipingere con la pittura non solo se stessa, il suo vestito, ma anche tutti gli altri bambini, me, i cameramen e il regista". Secondo le notizie di Ukrinform, la mamma di Lisa - che aveva quattro anni - è in terapia intensiva.

La Russia denuncia intanto un attacco dell'artiglieria ucraina e danni a una linea elettrica nella regione di Bryansk, vicino al confine con l'Ucraina. Non vengono segnalate vittime.

"Oggi alle 5 ora locale si sono registrati colpi di artiglieria dal territorio ucraino contro la località di Nekislitsi, nel distretto di Sevskij - ha fatto sapere via Telegram il governatore della regione di Bryansk, Alexander Bogomaz - A causa dell'attacco è stata danneggiata una linea elettrica. Non ci sono vittime o feriti. Tutti i servizi d'emergenza sono sul posto. C'è anche una squadra di elettricisti per iniziare a ripristinare la linea".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli