Nadal parteciperà a Wimbledon e poi annuncia: “Divento papà”

featured 1619935
featured 1619935

Roma, 18 giu. (askanews) – Dopo Melbourne e Parigi, Rafael Nadal non si ferma e annuncia l’intenzione di partecipare a Wimbledon, in programma a Londra dal 27 giugno al 10 luglio. Il nuovo trattamento medico al suo piede sinistro sembra funzionare e il tennista spagnolo aspira a conquistare un terzo titolo consecutivo del Grande Slam.

“Il mio progetto è di andare a Londra lunedì, di fare una settimana di allenamento, di giocare qualche partita dimostrativa come ho fatto più volte a Hurlingham e di prepararmi nella maniera migliore”, ha spiegato in conferenza stampa dall’isola di Maiorca.

“É una settimana che non zoppico più, che per me è molto importante, a livello da essere riuscito a fare più o meno un’evoluzione progressiva negli allenamenti. Nella mia vita quotidiana ho avvertito un po’ di dolore, ma è diverso da quello che avevo prima, il che per me è un progresso”.

“Il fatto di avere giocato bene al Roland Garros mi aiuta a livello di fiducia e questo ti dà un po’ più di tranquillità, ma l’erba è una superficie molto difficile, nel senso che c’è poca logica, non è vero? Ed evidentemente quando uno ha gli anni che ho io senza giocare sull’erba e oltre a questo che non ho giocato partite ufficiali prima, potrebbe essere che qualche round è complicato”, ha sottolineato il “re della terra rossa”.

“Se tutto va bene diventerò padre. Come sapete non ho l’abitudine di parlare della mia vita privata, per un motivo molto semplice, perché credo di essere già sufficientemente esposto nella mia vita professionale, sono abbastanza aperto in questo senso”, ha poi annunciato Rafa.

Nadal soffre da anni della sindrome di Mueller-Weiss, una malattia degenerativa e incurabile che colpisce lo scafoide del piede.

Il tennista spagnolo con 22 titoli del Grande Slam ha rivelato di avere giocato al Roland Garros con il piede anestetizzato, ma di non essere pronto a rifare la stessa esperienza a Wimbledon, un torneo che ha vinto due volte, nel 2008 e nel 2010, e al quale non partecipa dal 2021.

Due giorni dopo avere trionfato al Roland Garros ha iniziato un “trattamento di radiofrequenza pulsata (PRF), che addormenta i “nervi nella regione della ferita di cui soffre, secondo il suo portavoce.

(IMMAGINI FRANCE PRESSE)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli