"Nadia come la mia Wondy sa che il tumore non è un dono. L'opportunità di non farsi disintegrare è il loro vero messaggio"

Nicoletta Moncalero

"Nadia è una persona che sta attraversando un momento difficile. Non capisco perché tutto questo accanimento. Non ha mai detto che il cancro è un dono. Le parole del suo post sono state completamente fraintese e usate strumentalmente. Perché dobbiamo condannare una persona che vive una sofferenza e sta cercando di vivere bene?". Alessandro Milan è marito di Francesca Del Rosso, la Wondy che per prima aveva raccontato pubblicamente il suo percorso di malattia con un sorriso sempre grande. Oggi è presidente dell'associazione Io Sono Wondy e prende le difese di Nadia Toffa per lui, un'amica. "Una persona che sta ricevendo un attacco ingiustificato".

Cosa significa che le sue parole sono state strumentalizzate?

Basta leggere quello che ha scritto senza pregiudizi. Lei non ha detto che il cancro è un dono. Ma ha detto "vi spiego come sono riuscita io a trasformare il cancro in un dono. In un'opportunità. C'è una differenza abissale. Il dono è l'essere riuscita a trasformare questa tragedia. Perché il cancro è e rimane una tragedia. Tutti si sono concentrati sulla parola dono che è bella e positiva e stride contro il tumore. La parola da sottolineare qui è un'altra, è opportunità.

Cosa significa allora che il cancro è un'opportunità?

Quando la vita di mette di fronte ad un muro o ti schianti o cerchi di attraversarlo. Un'opportunità è far sì che qualsiasi evento negativo ti capiti, non ti disintegri. Talvolta ti riesce, a volte no. L'opportunità è vivere al meglio il tempo che ci è dato. Questo sta cercando di fare Nadia, e non capisco perché la si debba giudicare.

Filippo Facci addirittura la accusa di trasformare la malattia in spettacolo. Anche Wondy ha ricevuto le stesse accuse?

Ricordo bene Facci fin dal primo pezzo che ha scritto su Nadia. Aveva chiarito che le era antipatica, come le erano antipatiche Le Iene. Parte da qui. Un pizzico di umanità in più potrebbe averla, non gli farebbe male. Francesca non era un personaggio...

Continua a leggere su HuffPost