Nadia Toffa: a 3 anni dalla scomparsa il toccante omaggio di Trieste

Nadia Toffa: a 3 anni dalla scomparsa il toccante omaggio di Trieste (Photo by Elena Di Vincenzo/Archivio Elena di Vincenzo/Mondadori Portfolio via Getty Images)
Nadia Toffa: a 3 anni dalla scomparsa il toccante omaggio di Trieste (Photo by Elena Di Vincenzo/Archivio Elena di Vincenzo/Mondadori Portfolio via Getty Images)

Sono ormai trascorsi tre lunghi anni da quando è scomparsa, ma il ricordo di Nadia Toffa continua a essere vivo nei menti e nei cuori di tutti gli italiani. Per il coraggio che non le è mai mancato nell'affrontare il cancro, ma anche per le tante battaglie condotte in ogni angolo del Paese come volto di riferimento de 'Le Iene'. Una di queste si consumò a Trieste, e proprio il capoluogo giuliano le ha dedicato un toccante omaggio in occasione dell'anniversario della sua tragica morte.

VIDEO - Nadia Toffa: l’ultima grande lezione lasciata dalla Iena

Fu il 13 agosto 2019 il giorno in cui Nadia Toffa si arrese al glioblastoma, una neoplasia attualmente inguaribile. E a distanza di tre anni esatti, il 13 agosto 2022, Trieste ha deciso di omaggiarla tramite un pannello decorato, applicato su una bacheca nel centro del rione Servola. Qui l'amatissima e indimenticata giornalista è ritratta in uno splendido sorriso, mentre indossa il completo scuro tipico appunto de 'Le Iene'.

La scelta della location non è certo casuale. Nadia Toffa aveva realizzato frequenti servizi proprio al rione Servola di Trieste, in particolare per denunciare la presenza in zona della Ferriera, l'impianto siderurgico cittadino contestato dai residenti perché inquinante. Da allora la situazione è decisamente cambiata: anche grazie alle sue inchieste, infatti, la struttura è stata definitivamente chiusa.

GUARDA ANCHE: Nadia Toffa, la grande bugia di mamma Margherita per il suo bene: cosa le disse prima di lasciarla

Inoltre è doloroso quanto importante ricordare che proprio mentre stava realizzando un servizio sulla Ferriera di Servola, a Trieste, Nadia Toffa fu vittima del primissimo malore che avrebbe poi rappresentato il primo indizio del tumore cerebrale che l'aveva colpita. Era il 2 dicembre 2017: l'allora 38enne giornalista fu immediatamente sottoposta a ricovero all'ospedale di Cattinara, nel capoluogo giuliano, e quindi al San Raffaele di Milano. Solo un paio di mesi dopo rese noti i problemi gravissimi di salute contro i quali stava combattendo.

L'amore di Trieste per Nadia Toffa, peraltro, non si ferma qui. Sempre al rione Servola, infatti, esiste un edificio sopra lo stabilimento della Ferriera una cui enorme parete omaggia proprio la compianta giornalista in un disegno in cui è rappresentata come un uccellino giallo che canta dal centro di una piovra meccanica. Un'immagine metaforica, dal significato simbolico però potentissimo. E che aiuta a capire quanto la città e il quartiere si sentano debitori verso di lei. E quanto forte e dolorosa sia la sua mancanza, dopo questi tre lunghi anni.