Nadia Toffa, petizione: “Oncologia pediatrica di Taranto col suo nome”

nadia toffa

Le battaglie di Nadia Toffa a Le Iene sono rimaste nel cuore di molti. Su Change.org è stata lanciata quindi una petizione diretta a Michele Emiliano affinché il governatore della Puglia si attivi per intitolare alla 40enne recentemente scomparsa per un tumore il reparto Oncoematologico Pediatrico di Taranto, per “ringraziarla dell’impegno e della speranza che ha regalato ai genitori e ai bimbi” della città “poco fortunati”.

Nadia Toffa per il reparto Oncoematologico Pediatrico

L’inviata de Le Iene, già insignita come cittadina onoraria di Taranto su delibera del Consiglio comunale, ha infatti focalizzato spesso l’attenzione mediatica “in difesa della salute dei tarantini, e dei bambini in particolare modo, salute costantemente minacciata dall’inquinamento del polo siderurgico“, come si legge nel testo della petizione.

“Questa città ripartirà dai quartieri più martoriati, Paolo VI, Tamburi, perché i tarantini sono forti, si sanno rialzare” aveva dichiarato Nadia Toffa quando ha ricevuto l’onorificenza, nel gennaio 2019. La conduttrice de Le Iene è stata inoltre madrina della campagna di vendita delle magliette “Ie Jesche Pacce Pe Te” per raccogliere fondi per l’oncologia pediatrica.

La cittadinanza onoraria era stata assegnata alla 39enne proprio per “il grande impegno solidaristico ed altruistico e la fondamentale attività svolta a sostegno del reparto di pediatria oncologica dell’ospedale SS. Annunziata”.

La petizione

“Questi genitori, questi bambini che combattono contro il cancro, hanno una forza immane. Io ho imparato da questa città. Voi avete insegnato a me” aveva sottolineato ancora Nadia Toffa, sconfitta proprio da un tumore il 13 agosto 2019.

Ecco anche perché la petizione per intitolare il reparto Oncoematologico Pediatrico dell’ospedale SS. Annunziata di Taranto ha già raccolto in pochi giorni circa 40mila firme (l’obiettivo è arrivare a 50mila).