Nancy Brilli a “Vieni da me” rivela: “Ho dato uno schiaffo a Virzì”

Nancy Brilli Vieni da me

Una carriera fatta di tenacia e di tanti successi nel mondo del cinema, così bella e brava da vincere persino un David di Donatello. Nicoletta Brilli è nata a Roma il 10 aprile del 1964 e fin da bambina ha dovuto affrontare diverse difficoltà. Ha perso la mamma a solo 10 anni e poco dopo, iscritta a istituto d’arte, ebbe la fortuna di essere in classe con la figlia del regista Pasquale Squitieri, il quale nel 1984 la chiamò nel cast del film “Claretta”, la storia dell’amante di Benito Mussolini. Nel corso della sua carriera, oltre a molte opere teatrali, l’attrice romana ha lavorato anche con altri grandi registri, tra i quali Dario Argento. Nancy Brilli a “Vieni da me”, ospite di Caterina Balivo, ha parlato anche del lavoro al fianco di Virzì, lasciandosi andare ad alcune confessioni mai rivelate.

VIDEO - La foto natalizia di Caterina Balivo

Nancy Brilli a “Vieni da me”

Ospite del salotto di Caterina Balivo, la celebre attrice ha raccontato i suoi primi passi nel mondo del cinema, parlando anche del suo primo film con il quale guadagnò 5 milioni di lire. A tal proposito ha dichiarato: “Squitieri mi chiese se volevo fare un film e dissi sì perché volevo andare a vivere da sola e quel film me lo permise”.

Poi, oltre al cinema e al teatro, la Brilli ha intrapreso la strada delle fiction. Tuttavia, non tutti condivisero la sua scelta. Lei stessa a “Vieni da me” ha rivelato: “Diedi uno schiaffo a Paolo Virzì perché mi disse che volevo fare la bella in televisione e non potevo fare un film serio”.