Nancy Pelosi evoca il 25° emendamento per la rimozione di Trump

Giulia Belardelli
·Giornalista, HuffPost
·1 minuto per la lettura
(Photo: Tasos Katopodis via Getty Images)
(Photo: Tasos Katopodis via Getty Images)

La speaker della Camera del Congresso americano, Nancy Pelosi, ha evocato lo spettro del 25mo emendamento della Costituzione americana, quello che contempla il caso in cui un presidente non sia più in grado di esercitare i suoi poteri e svolgere il suo incarico. “Venite qui domani - ha detto nel corso del briefing giornaliero - perché parleremo del 25mo emendamento. Dobbiamo sapere quali sono le condizioni reali del presidente, quando ha avuto l’ultimo test negativo”, ha incalzato la speaker.

Il 25mo emendamento della Costituzione americana prevede che il vicepresidente prenda i poteri nel caso il presidente muoia, si dimetta o sia rimosso dal suo incarico. A differenza dell’impeachment, dunque, consente di rimuovere il presidente senza che sia necessario elevare accuse precise. È sufficiente che il vice presidente e la maggioranza del governo trasmettano una lettera al Congresso sostenendo che il presidente non è più in grado di esercitare i poteri e i doveri del suo ufficio. In tal caso gli subentra il vicepresidente. Se il presidente si oppone, a decidere è la Camera con i due terzi dei voti.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.