Nancy Pelosi guida la campagna per ripristinare l'accesso all'aborto in America

La Presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi e i suoi colleghi rappresentanti democratici si sono riuniti sulla scalinata est del Campidoglio per sostenere la legislazione per ripristinare l'accesso all'aborto per le donne in America.

La Camera dovrebbe votare le due proposte di legge che ripristinerebbero e garantirebbero l'accesso all'aborto a livello nazionale, mentre i Democratici fanno il loro primo tentativo di rispondere legislativamente alla storica decisione della Corte Suprema che ha ribaltato la sentenza Roe contro Wade.

La legislazione ha poche possibilità di diventare legge, poiché manca il sostegno necessario in un Senato diviso al 50%.

Tuttavia, il voto segna l'inizio di una nuova era nel dibattito sull'aborto, mentre legislatori, governatori e legislature si confrontano con l'impatto della decisione della Corte.

La campagna di informazione

In vista del voto alla Camera, i Democratici hanno sottolineato il caso di una bambina di 10 anni che ha dovuto attraversare i confini dello Stato per abortire dopo essere stata violentata, definendolo un esempio di come la decisione della Corte stia già avendo gravi conseguenze.

"Dobbiamo fare in modo che il popolo americano se ne ricordi a novembre perché con due senatori democratici in più, saremo in grado di eliminare l'ostruzionismo quando si tratta del diritto di scelta di una donna e di rendere la libertà riproduttiva una legge del paese,"

L'aborto è rimasto legale in tutti gli Stati Uniti dal 1973 fino ad oggi. Ora la Corte Suprema ha rovesciato un diritto acquisito cinque decenni fa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli