**Napoleone: Cardini, 'Ha dato un senso al grande caos della Rivoluzione Francese'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 apr. (Adnkronos) – Napoleone ha messo ordine nel mondo sconvolto della Rivoluzione Francese. Lo dice lo storico Franco Cardini, professore emerito presso l'Istituto di Scienze Umane e Sociali aggregato alla Scuola Normale Superiore di Pisa, che, conversando con l'AdnKronos, mette in rilievo i punti di forza del generale a pochi giorni dai 200 anni dalla morte che cadranno il prossimo 5 maggio. “Dal punto di vista generale, malgrado tutto il male che se ne possa dire – afferma Cardini – resta il fatto che Napoleone ha dato un senso a quel grande caos che è stata la Rivoluzione Francese”.

Un periodo nel quale, sottolinea Cardini, in Francia “in poco più di dieci anni cambiarono il governo una ventina di volte sempre, regolarmente, facendo dei massacri. Cosa resterebbe della Rivoluzione Francese – si chiede Cardini – se non ci fosse stato un personaggio come Napoleone che le ha fatto superare i confini nazionali cercando di trasformarla in qualcosa che avrebbe potuto portare all’unità del Continente europeo?”

Un disegno, questo, che avrebbe portato “certo ad un’Europa unita sotto l’egemonia francese, ma che ci avrebbe risparmiato quanto meno due guerre mondiali”. La Rivoluzione francese, che “al suo acme ha Robespierre, è nata per garantire le libertà poi ha finito di azzerarle quasi tutte”. In fondo è stato “un tentativo di dispotismo etico, una carneficina in nome delle virtù. Si può essere più paradossali e anti-umani?” si chiede Cardini che ribadisce la sua argomentazione: “Napoleone ha dato un senso a tutte queste cose. Se non ci fosse stato ci troveremmo davanti a questa cosa caotica che poi avrebbe causato un ritorno all’ordine costituito che c’era prima”.