I napoletani e il Green pass sui treni: “Giusto richiederlo”

·1 minuto per la lettura
featured 1493018
featured 1493018

Napoli, 1 set. (askanews) – Nessun problema o particolare disagio a Napoli, alla Stazione centrale, nel primo giorno in cui è entrato in vigore il Green pass obbligatorio oltre che per accedere a locali e ristoranti al chiuso, palestre, cinema, musei, manifestazioni ed eventi, ora anche per viaggiare sui mezzi di trasporti a media e lunga percorrenza.

Diversi i viaggiatori che già in stazione, prima di salire a bordo dove è previsto il controllo del certificato, si sono presentati cellulare alla mano o foglio stampato per mostrarlo agli addetti alla sicurezza. Una novità che sembra essere stata accolta favorevolmente, almeno a Napoli, tra i viaggiatori.

“Sicuramente sono d’accordo e penso sia la cosa più giusta da fare. Io sono vaccinata con entrambe le dosi quindi ci credo”.

“Non è che la cosa mi entusiasma ma è necessario controllare questa situazione… Eravamo abituati a tante libertà, e ora la libertà è un po’ limitata ma bisogna mettersi al passo”. “Sono d’accordo, la sicurezza è la cosa migliore, dopo la crisi che c’è stata io penso che la migliore soluzione sia il vaccino”.

La novità del Green pass nel trasporto ferroviario riguarda treni ad alta velocità, intercity e interregionali; esclusi i treni regionali, considerati allo stesso modo del trasporto locale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli